Home > Riciclare > Riciclaggio creativo > 10 modi per riciclare il pane secco e trasformarlo in deliziose pietanze

10 modi per riciclare il pane secco e trasformarlo in deliziose pietanze

riciclo pane

Buttare via il pane vecchio è un vero peccato: ci sono una gran quantità di modi per riutilizzare il “re della tavola” quando è diventato secco e raffermo, creando piatti sfiziosi e pietanze di antica tradizione contadina, semplici e al contempo ricche di sani principi nutritivi.

Pangrattato
Il modo più “banale”, ma utilissimo, per utilizzare il pane secco, è grattugiarlo. Tra l’altro, ad acquistarlo già imbustato, costa molto di più rispetto al prezzo del pane fresco.

Bruschetta
Le pagnotte e gli sfilatini possono essere affettati, passati per 10 minuti nel forno preriscaldato e quindi conditi con olio, aglio, pomodoro, origano, crema di carciofi o di olive e ogni altro ingrediente che suggerisce la fantasia culinaria.

Crostini
Qualsiasi taglio di pane può essere ridotto in tocchetti e poi ripassato in forno, in modo che diventi croccante e dorato. Quindi si condisce il tutto con sale, olio e origano. I più golosi, invece del forno, possono friggere direttamente i tocchetti in una padella con olio extravergine di oliva. Il risultato sarà quello di avere dei crostini sfiziosissimi da sgranocchiare come stuzzichino o da intingere nel brodo, nella zuppa di pesce, nel minestrone o nella crema di asparagi.

Polpette di pane
Oltre al pane secco, servono latte, uova, mezzo spicchio di aglio, prezzemolo, formaggio grattugiato, sale e pepe. Il tutto in quantità proporzionale al pane utilizzato (tenete come parametro le dosi usate per le normali polpette di carne). Ridurre il pane in pezzettini e lasciarlo ammorbidire dentro al latte per una mezz’ora, quindi strizzarlo bene e riporlo dentro a una ciotola. Aggiungere l’uovo, il formaggio, sale, pepe, aglio e prezzemolo tritati. Amalgamare l’impasto con le mani e infine formare delle piccole polpettine da riporre in frigo per almeno un’ora. Quindi friggerle con olio extravergine di oliva ben caldo.

Panzanella
Immergere alcune fette di pane secco in acqua per un quarto d’ora, quindi strizzarlo e lavorarlo con le mani per ridurlo in “pappetta”. Poi condirlo con pomodorini, sedano e cipolla rossa ben affettati, tonno, olio extravergine d’oliva, sale e foglie di basilico.

Pappa al pomodoro
Per 400 grammi di pane raffermo occorrono foglioline di basilico, 1 porro, 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva, 400 grammi di pomodori pelati, 1litro di brodo, sale e pepe. Preparate un soffritto con il porro, aggiungere i pomodori pelati e fare cuocere per 15 minuti; poi versare il brodo caldo, aggiungere un po’ di sale e pepe e il basilico tritato finemente. Quando il sugo sarà cotto, immergervi il pane a fette o a tocchetti e lasciare cuocere per 10 minuti. Una volta ultimata la
cottura, lasciare riposare per almeno 20 minuti, quindi mescolare bene il tutto con una frusta e servire a tavola con un filo d’olio crudo e un po’ di pepe.

Crostoni di pane-pizza
Servono pane secco, latte, pomodori pelati, olio extravergine di oliva, sale, pepe, origano o basilico, mozzarella. Tagliare il pane a fette e spennellare un lato di ogni fetta con un po’ di latte per farla ammorbidire, quindi disporlo sulla teglia del forno ricoperta di carta antiaderente, condire con i pelati tagliati a pezzi e la mozzarella. Aggiungere olio, sale, e origano o prezzemolo e infornare a 180 gradi finché la mozzarella non si sarà fusa. Una gustosa variante è quella, in bianco o anche rossa, con i filetti di alici sott’olio e i capperi.

Pane dolce
Per 6 fette di pane occorrono 50 grammi di burro, biscotti secchi, 1 bicchiere di latte, 2 uova, 50 grammi di mandorle sgusciate, 75 grammi di zucchero. Imburrare uno stampo per dolci e cospargerne il fondo con dei biscotti secchi ben sbriciolati; quindi disporvi le fette di pane. Montare un uovo intero e un tuorlo con lo zucchero, il latte e il burro fuso; amalgamare il tutto e aggiungere infine le mandorle tritate. Versare il composto ottenuto sul pane e infornare per 20 minuti.

Budino di pane
Per 250 grammi di pangrattato occorrono mezzo bicchiere di latte, 150 grammi di burro, 100 grammi di zucchero, 3 uova, la scorza di 1 limone. Lasciate ammorbidire il pane grattuggiato dentro al latte per circa 10 minuti. Intanto lavorate il burro con un cucchiaio di legno facendolo diventare un crema (è
consigliabile tirare fuori il burro dal frigo 10 minuti prima di iniziare). Aggiungere quindi i tuorli delle uova – conservando l’albume in una tazza – lo zucchero, il pangrattato, la scorza di limone. Infine montare a neve l’albume e aggiungetelo poco per volta mescolando. Il composto così ottenuto va travasato in uno stampo da budino, precedentemente unto con del burro, e messo in cottura a bagnomaria per circa 45 minuti.

Torta di pane
Oltre al pane raffermo, servono un uovo, un po’ di latte, due cucchiai di zucchero e frutta a piacere. Disporre il pane spezzettato in una terrina, riscaldare il latte e versarlo sul pane, mescolare, aggiungere l’uovo e i due cucchiai di zucchero e infine aggiungere la frutta tagliata in piccoli pezzi. Amalgamare tutto con un cucchiaio di legno e versare il composto in una teglia. Infine infornare a temperatura medio-alta per circa 30 minuti. Servire a temperatura ambiente.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *